DIZIONARIO

A B C D E F G H I K L M N O P R S T U V

:
Aborto spontaneo: interruzione spontanea della gravidanza, prima che l'embrione o il feto siano in grado di vivere al di fuori dell'utero.
Amenorrea: è la mancanza delle mestruazioni.
Androgeni: ormoni steroidei prodotti dalle ghiandole surrenali e dalle ovaie, che promuovono i caratteri sessuali maschili, come la barba e la voce cupa.
Annessiectomia: Asportazione chirurgica delle ovaie e delle tube
Anovulazione: assenza di ovulazione
Biofeedback: Tecnica riabilitativa per imparare a controllare una funzione del corpo, che si presume sia fuori controllo usando un particolare dispositivo di registrazione per monitorare la funzione stessa e segnalarne le modificazioni.
Cervice o portio uterina: Parte inferiore dell’utero che protrude in vagina
Cervicite: infiammazione della cervice
Chinesiterapia: Tecnica riabilitativa di particolari movimenti e mobilizzazioni attive o passive, che servono al mantenimento o al recupero della normale funzione muscolare
Ciclo mestruale: è l'intervallo di tempo tra una mestruazione e la successiva, contando dal primo giorno del mestruo fino al primo giorno di quello successivo. Un ciclo mestruale dura in media 28 giorni, comunque un ciclo tra i 21 e 45 giorni è da ritenersi norlamel. Da questa sua regolarità deriva il termine di "regole" per indicare il flusso mestruale. Il ciclo mestruale accompagna la donna dalla prima mestruazione (menarca) fino  all'ultima mestruazione (menopausa) della vita.
Cistite: Infezione della vescica
Cistocele: Prolasso della vescica in vagina
Clitoride: Organo situato in prossimità dell’apertura vaginale, fonte di eccitazione nella donna
Cloasma gravidico: macchie scure sulla cute del volto, durante la gravidanza
Contraccezione: Insieme di procedimenti destinati a evitare in modo temporaneo l'insorgenza di una gravidanza non desiderata
Cordone ombelicale: Struttura a forma di cordone contenente i vasi sanguigni che collegano il feto alla placenta
Cromosomi: Strutture presenti in ogni cellula del corpo, che contengono il patrimonio genetico di un individuo
Disfunzione erettile: costante incapacità di un uomo a raggiungere e mantenere un’erezione sufficientemente valida da consentire un rapporto sessuale soddisfacente (impotenza).
Dismenorrea: Mestruazioni dolorose
Dispareunia: Dolore durante un rapporto sessuale
Distacco di placenta: Condizione in cui la placenta inizia a separarsi dalla parete interna dell'utero prima della nascita
Disturbo disforico premestruale (PMDD): forma grave di sindrome premestruale (PMS) presente anche dopo la fine dell’età riproduttiva. I sintomi più comuni sono la labilità emotiva, l’irritabilità accompagnati da ansia oltre a quelli fisici come fastidio gastrico, dolori muscolari e gonfiore generale. Durante la menopausa esiste una maggiore probabilità di soffrire di vampate di calore, depressione, alterazioni del sonno e ridotto desiderio sessuale. Le cause non sono note ma verosimilmente sono coinvolte delle alterazioni ormonali in grado di deregolare alcuni meccanismi neuronali. Infatti, il disturbo risponde bene alla terapia farmacologica che modifica l’attività della serotonina (ad es. ansiolitici). Vedi articolo 54.
Disuria: Fastidio durante la minzione
Eccitazione: Fase di maggior vascolarizzazione sanguigna e aumentata lubrificazione vaginale, durante un rapporto sessuale
Edema: Gonfiore causato dalla ritenzione di liquidi
Embrione: Uovo fecondato in via di sviluppo all'inizio di una gravidanza
Endometrio: Tessuto che riveste internamente la cavità uterina; nel corso del ciclo mestruale l'endometrio si ispessisce e si prepara ad accogliere l'ovocota fecondato, in assenza di fecondazione viene eliminato con la mestruazione. E' soggetto a un aumento di spessore per azione degli estrogeni
Episiotomia: Incisione chirurgica eseguita a livello del perineo (area compresa tra vagina ed ano) per allargare l'apertura vaginale durante il parto
Esercizi di Kegel: Esercizi dei muscoli perineali che aiutano il controllo vescicale, vaginale ed intestinale
Estrogeni: Ormoni femminili prodotti dalle ovaie che stimolano la crescita dell’endometrio; la loro mancanza in menopausa è responsabile della maggior parte dei disturbi di questa fase della vita
Fecondazione: Unione di un ovocita con uno spermatozoo
Fibroma: Tumore benigno dell’utero costituito da tessuto muscolare, può causare dolore o sanguinamento
Fitoestrogeni: Sostanze di origine vegetale, con azione simile a quella degli estrogeni; si trovano nella soia, nel trifoglio rosso e in altre piante
Forcipe: Strumento che posizionato intorno alla testa dl feto ne agevola la fuoriuscita durante il parto
Frequenza minzionale: Aumento del numero delle minzioni durante l’intera giornata
FSH (ormone follicolo stimolante): ormone secreto dall’ipofisi, che aiuta la maturazione dell’ovocita
Gestazione: Periodo compreso tra il concepimento e il parto
Grandi labbra: Pieghe cutanee più esterne della vulva
HCG: Gonadotropina Corionica Umana, ormone prodotto duramte la gravidanza, la sua misurazione è alla base della maggior parte dei test di gravidnza
Imene: Membrana posta all’inizio della vagina
Impotenza: Vedi disfunzione erettile
Incontinenza: Incapacità a controllare una funzione del corpo, come la minzione o la defecazione
Incontinenza fecale: Perdita involontaria di gas o feci (solide o liquide)
Incontinenza urinaria: Qualsiasi perdita involontaria di urina
Ipermenorrea: Flusso mestruale abbondante
Ipomenorrea: Flusso mestruale scarso
Irsutismo: Quantità eccessiva di peli sul viso, sull’addome e sul torace, causata da elevati livelli di androgeni (ormoni maschili)
Isterectomia: Asportazione chirurgica dell’utero
Isteroscopia: intervento che consiste nell’introduzione di uno strumento a fibre ottiche (isteroscopio) all’interno della cavità uterina (previa dilatazione del canale cervicale con appositi dilatatori di Hegar e dilatazione della cavità uterina con un mezzo gassoso o liquido), al fine di consentire la visione diretta del canale cervicale e della cavità uterina, valutandone la normalità, l’aspetto dell’endometrio e la presenza di patologie (polipi, miomi, setti). Durante l’intervento isteroscopico saranno utilizzati strumenti come l’elettrocoagulatore per trattare eventuali patologie uterine. 
Ittero neonatale: Colorazione giallastra della cute e delle sclere di un neonato, causata dall'accumulo di bilirubina nel sangue
Kegel: vedi esercizi di Kegel
Lacerazione perineale: lesione dei tessuti posti tra l'apetura vaginale ed il retto.
Lattazione: Produzione di latte da parte delle mammelle
Leucorrea: Perdita di liquido vaginale abbondante
LH (ormone luteinizzante): Ormone secreto dall’ipofisi che stimola la produzione di progesterone e aiuta il rilascio dell’ovocita.
Libido: Fase del desiderio o interesse a voler avere un rapporto sessuale
Linea alba o nigra: Linea che va dall'ombelico al pube, che si scurisce durante la gravidanza
Liquido amniotico: Liquido contenuto nel sacco amniotico, che circonda il feto all'interno dell'utero materno
Lochiazioni: Perdite vaginali che si manifestano dopo il parto
Malattia cardiovascolare: Malattia del cuore e dei vasi
Mammografia: Esame radiologico delle mammelle, impiegato per diagnosticare il cancro della mammella
Mastodinia: Dolorabilità delle mammelle, che si riscontra in molte donne ad es. durante la sindrome premestruale
Mastopatia fibrocistica: Formazione di cisti benigne e noduli di varie dimensioni nella mammella
Menarca: Momento della vita di una ragazza, in cui iniziano le mestruazioni (prima mestruazione).
Menometrorragia: Perdite ematiche che iniziano con il flusso mestruale e continuano abbondanti durante il ciclo
Menopausa: Momento della vita della donna, in cui le ovaie smettono di funzionare e si arrestano le mestruazioni (ultima mestruazione).
Mestruazione: è la perdita di sangue  e tessuto (mucosa endometriale) proveniente dall’utero, che si verifica ogni mese. La durata del mestruo di solito varia tra 2-7 giorni e la quantità di sangue persa ogni flusso è di circa 35 ml.
Metabolismo: Processi fisici e chimici che avvengono nel corpo e che lo mantengono in vita
Minzione: Atto dell'urinare
Mioma: Comunemente è chiamato fibroma
Monte di Venere: Parte dell'area genitale femminille posta subito sopra l'osso pubico
Nicturia: Necessità di urinare frequentemente durante la notte
Nullipara: Donna che non ha mai partorito
Omeopatia: Tecnica terapeutica che impiega a scopo curativo e in dose non tossica sostanze capaci di produrre (se usate in dosi tali da risultare tossiche) sintomi simili a quelli della malattia da trattare. Le sostanze utilizzate sono definite rimedi. Le forme di somministrazione più diffuse sono i globuli o granuli e le gocce, di solito per via orale, talvolta per via inalatoria o cutanea
Orgasmo: Fase del raggiungimento del massimo piacere durante un rapporto sessuale
Ormoni: Sostanze prodotte dal corpo, presenti nel sangue, che regolano le funzioni di vari organi
Osteopenia: Progressiva perdita di calcio dalle ossa
Osteoporosi: Malattia sistemica dello scheletro caratterizzata da riduzione e da alterazioni qualitative della massa ossea, che si accompagna ad aumentato rischio di fratture
Otosclerosi: Malattia dell’orecchio caratterizzata da sordità e ronzii auricolari
Ovaie: Due piccole ghiandole localizzate ai lati dell'utero che producono le cellule uovo (ovociti) rilasciate durante l'ovulazione e gli ormoni sessuali (estrogeni e progesterone)
Ovulazione: Rilascio di un ovocita da una delle ovaie
Pap-Test: Esame citologico in cui sono prelevate delle cellule dalla cervice e dalla vagina per essere esaminate al microscopio
Perimenopausa: Periodo della vita che precede di 2-8 anni la menopausa e che segue il primo anno dopo l’ultima mestruazione
Perineo: Area del corpo compresa tra il pube e il sacro
Pessario: Dispositivo a forma di anello che è inserito in vagina per sostenere gli organi prolassati
Piccole labbre: Pieghe cutanee più interne della vulva
Placenta: Struttura che fornisce nutrimento al feto e che elimina le sostanze di rifiuto
Placenta previa: Condizione in cui la placenta è posta in basso nell'utero in modo da coprire l'orifizio uterino parzialmente o completamente
Pluripara: Donna che ha già partorito
Polipo: Neoformazione benigna che si sviluppa dalle mucose dell’endometrio o della cervice
Pollachiuria: Necessità di urinare frequentemente durante il giorno
Progesterone: Ormone femminile prodotto dalle ovaie necessario per proteggere l’endometrio dall’azione degli estrogeni; quando i livelli di progesterone diminuiscono, avviene la mestruazione
Progestinico: Forma sintetica di progesterone, simile all’ormone normalmente prodotto dal corpo
Prolasso della cupola vaginale: Discesa dell’apice della vagina nella parte bassa della vagina o al di fuori dell’orifizio vaginale
Prolasso rettale: Protrusione della parete rettale in vagina
Prolasso uterino: Discesa dell’utero in vagina
Prolasso vescicale: Protrusione della parete vescicale in vagina
Prolattina: Ormone prodotto dall’ipofisi, cha avvia e mantiene la produzione di latte dopo il parto. E' presente in piccole quantità anche nell'uomo
Rapporto sessuale: Atto di penetrazione del pene nella vagina (anche detto “fare sesso” o “fare l’amore”)
Retto: Parte terminale dell'intestino
Rettocele: Prolasso del retto in vagina
Ricerca di sangue occulto nelle feci: Esame che ricerca la presenza di sangue in un campione di feci, possibile segno di cancro del colon-retto
Rottura prematura delle membrane: Condizione in cui le membrane che contengono il liquido amniotico e il feto si rompono prima del travaglio
Sacco amniotico: Struttura a forma di sacco che contiene il liquido amniotico presente nell'utero, nel quale si sviluppa il feto
Sindrome premestruale (PMS): insieme di disturbi fisici e psichici che compaiono durante la settimana precedente il mestruo e che regrediscono qualche giorno dopo l’arrivo del mestruo. La PMS include circa 150 disturbi fisici (gonfiore addominale, aumento di peso, dolori pelvici, tensione mammaria, nausea, stipsi, diarrea, etc.) e psichici (modificazioni dell’umore, irritabilità, ansia, depressione, tendenza al pianto, calo della libido, aumento dell’appetito). Il 60% delle donne in età riproduttiva lamenta una forma blanda di PMS, mentre il 5% una forma grave, definita disturbo disforico premestruale (PMDD). Non si conoscono con certezza i fattori scatenanti: esagerate fluttuazioni degli ormoni ovarici: estrogeni e progesterone; mancanza di vit. B6, magnesio e omega 3; modificazioni degli oppioidi endogeni, in particolare un deficit di serotonina. Per regolare l’equilibrio ormonale, l’ideale è la pillola contraccettiva che, bloccando l’ovulazione, elimina i sintomi. Se i sintomi sono lievi è sufficiente: ridurre l’apporto dietetico di caffeina (caffè the, cola), sale e zuccheri raffinati, assumere integratori alimentari di vit. B6, magnesio, omega 3 e fitoterapici (agnocasto); praticare un’attività fisica costante; seguire un training psicologico. Vedi articoli 54 e 28.
Sostanze nutritive: Sostanze che sono assunte con gli alimenti, come le vitamine ed i sali minerali
Speculum: Strumento utilizzato dal ginecologo per divaricare le pareti vaginali e permettere l’osservazione della cervice
Sterilità: Condizione in cui una coppia non riesce ad avere un figlio dopo 12 mesi di rapporti sessuali non protetti
Sterilizzazione tubarica: metodo di sterilizzazione femminile in cui le tube sono chiuse con delle clips o tagliate con l’elettrobisturi
Test di screening: Esame che ricerca una malattia in persone che non manifestano sintomi, per curarle più presto
Trattamento ormonale sostitutivo: Trattamento in cui è assunto un estrogeno, e spesso un progestinico, per alleviare i disturbi causati dalla mancanza di estrogeni
TSH (ormone stimolante tiroideo): Ormone secreto dall’ipofisi, che stimola la tiroide a produrre maggior quantità di ormoni tiroidei
Tube uterine: Condotti attraverso i quali un ovocita migra dall'ovaio all'utero
Uretra: Condotto che convoglia l’urina dalla vescica all’esterno
Urgenza minzionale: Stimolo impellente a urinare
Utero: Organo muscolare cavo posto nella pelvi femminile, dove si sviluppa il feto durante la gravidanza
Vagina: Organo circondato da tessuto muscolare, che va dall'utero all'esterno del corpo, anche noto come canale del parto
Vaginismo: Spasmo involontario dei muscoli perineali e della vagina che rende la penetrazione difficoltosa, dolorosa o impossibile
Vaginite: Infezione della vagina
Vaginite atrofica: Tipo di vaginite legato al deficit di estrogeni, che può verificarsi in menopausa
Vampate di calore: Sensazione di calore e di arrossamento della cute, che insorge quando i livelli di estrogeni sono bassi
Vescica: Organo muscolare nel quale si depositano le urine
Vestibolo: Area posta tra le piccole labbra in cui si aprono la vagina e l’uretra
Vestibulite: Infiammazione del vestibolo
Vulva: Organi genitali esterni della donna